Fare carriera in Tempocasa: le riflessioni dell’HR manager, Francesca Ravasi

|
Carriera in Tempocasa
Carriera in Tempocasa

Qual è la ricetta per avere successo e fare carriera?
È questa la domanda che, almeno una volta nella vita, tutti ci siamo posti, soprattutto all’inizio di un nuovo percorso lavorativo.
Lo sappiamo: pianificare una carriera è un processo complesso, che chiama in causa una serie di fattori che non dipendono solo da te. Non solo: se fino a qualche anno fa la carriera era considerata un percorso verticale (equiparabile a una scala), oggi non è più così. O meglio, non è solo così. I tempi sono cambiati e il mondo del lavoro è in costante evoluzione.
Al punto che più che di carriera pura si preferisce parlare di percorso di crescita. Un percorso a 360 gradi, uno sviluppo di competenze lavorative (e non solo), ancora un cambio di ruolo. Certo, non senza la tradizionale “scalata”, che dal ruolo più basso può potenzialmente portarti fino a quello più alto all’interno dell’azienda.

«Uno dei punti di forza di Gruppo Tempocasa è sicuramente la crescita interna dei collaboratori. Se uno di loro ha l’ambizione di aprire un punto vendita, deve partire dal basso. Cosa significa? Deve ricoprire tutti i ruoli previsti in un punto vendita: a partire dal notiziere, passando dal consulente immobiliare, per arrivare a diventare coach (colui che, per definizione, si occupa della formazione di altre persone in agenzia). Gli step successivi prevedono l’opportunità di diventare prima responsabile dell’ufficio (con la gestione diretta e operativa della squadra di consulenti) e infine un imprenditore a tutti gli effetti, grazie all’apertura di un proprio punto vendita. Una volta affiliato Tempocasa, si entra nel secondo circuito di crescita, che può portare a diventare manager e/o a entrare a far parte dei progetti aziendali: si può essere nominati relatori Tempocollege (il dipartimento di formazione del Gruppo), referenti per determinati progetti o servizi, fino a diventare brand ambassador Tempocasa, ossia il volto stesso dell’azienda», spiega Francesca Ravasi, Hr manager Tempocasa.

Ma l’azienda come garantisce queste possibilità di crescita? Valorizzare e investire sono le due parole chiave. «Le persone hanno bisogno di esprimere il proprio potenziale e di stimoli continui, come corsi di formazione e nuove responsabilità. Nel momento in cui il singolo collaboratore si sente apprezzato e percepisce che l’azienda sta investendo in lui, entrambi ci guadagnano in termini di soddisfazione e crescita. Come si fa carriera in Gruppo Tempocasa? Attraverso i numeri, la meritocrazia e un atteggiamento positivo. La sfida? Quella delle persone deve essere una crescita oggettiva, che si guadagna con il lavoro e il potenziale deve essere espresso al meglio. In conclusione, la carriera è la possibilità di esprimersi al meglio in base alle proprie inclinazioni e competenze, potendo lasciare un’impronta personale e un valore aggiunto all’azienda», aggiunge.

Insomma, la carriera lavorativa è il risultato della somma di tutte le nostre esperienze, di tutto ciò che abbiamo fatto, dei nostri errori e dei traguardi raggiunti.