Comprare casa a Firenze: ecco dove investire nella capitale del Rinascimento

|
comprare casa a Firenze
comprare casa a Firenze

La maestosità, la bellezza e la semplicità di Firenze sono indiscutibili.

Il capoluogo toscano è uno scrigno che sa racchiudere decine e decine di opere d’arte e altrettanti manifesti di cultura. Uno scrigno dal fascino senza tempo.Uno scrigno, ancora, che sa intrecciare le forme dell’antico a quelle più contemporanee, grazie a un’incantevole contrapposizione tra i grandi complessi architettonici rinascimentali e le costruzioni più moderne.

Non solo. Firenze è una città a misura di ogni esigenza, famiglie incluse.

«In questi ultimi mesi, è innegabile, l’emergenza sanitaria ha cambiato i trend di mercato. Anche qui i clienti cercano sempre con maggiore interesse spazi più ampi, con terrazzi da cui godere dell’incantevole vista della città. Il taglio più ricercato è il trilocale e la zona più battuta quella a sud-est, a cui si aggiungono Poggio Imperiale e Bandino. Sul fronte degli affitti, invece, la richiesta è alta a Careggi, dove si trova il polo ospedaliero cittadino», spiega Andrea Teodoro Campisani, il project manager senior che per primo ha piantato la bandierina biancoverde nel territorio toscano.

Allora, se stai pensando di acquistare un immobile qui, ecco una rassegna dei migliori quartieri fiorentini dove cercare casa.

 

Comprare casa a Firenze

I quartieri top dove comprare casa a Firenze

Come già anticipato, in una città del calibro di Firenze i quartieri sono molto diversi tra loro. Vediamoli allora nel dettaglio.

Il centro storico, fulcro del Rinascimento

Il cuore della città – attraversato dal fiume Arno – è abbracciato dalla cinta muraria di origine medievale, un capolavoro urbanistico a livello mondiale riconosciuto nel 1982 patrimonio dell’umanità dall’Unesco. All’interno si articola nei famosi quattro quartieri di Santa Maria Novella, Santo Spirito, San Giovanni e Santa Croce. Tra palazzi, musei, giardini storici di grandi famiglie nobili e luoghi di culto, c’è davvero tanto da scoprire.

Abitare in centro, infatti, vuol dire ritrovarsi a due passi da Palazzo Vecchio, dagli Uffizi, dal Duomo e dalla Galleria dell’Accademia: una vita immersa tra arte e architettura!

Partendo da San Giovanni e Santa Croce, ti diciamo subito che sono le due aree più tranquille del centro, ideali soprattutto per le famiglie. Santa Maria Novella, invece, è il quartiere che parte dalla stazione ferroviaria (che ne porta il nome) per arrivare a ovest. Sul lato est confina con San Giovanni ed è ricco di servizi, negozi, ristoranti e locali.

Infine, Santo Spirito si trova sull’altro lato dell’Arno rispetto agli altri tre quartieri ed è collegato con il resto della città dal celeberrimo Ponte Vecchio. È conosciuta da tutti come la zona della movida, zeppa di locali aperti fino a tardi e punto di ritrovo per i più giovani.

Il centro è perlopiù area pedonale e trovare un parcheggio è veramente difficoltoso, ma essendo circoscritto (in termini di spazi) è facile da percorrere a piedi. Il prezzo di un’abitazione qui vola verso l’alto e si attesta intorno ai 4.870 euro al metro quadro. Comprare un immobile, quindi, significa prepararsi a un investimento di un certo tipo, ma ne vale sicuramente la pena.

Campo di Marte: un’estensione del centro storico

Comprare casa in questo quartiere significa decidere di andare ad abitare in un’area ben servita dal punto di vista delle infrastrutture, grazie alla presenza della stazione ferroviaria omonima e ai tanti bus che ne attraversano le strade. Si tratta di una zona prettamente residenziale, che nel corso degli anni è diventata sempre più ricercata fino a diventare uno dei centri nevralgici della vita e della cultura fiorentina.

Da non dimenticare che qui sorgono anche i maggiori impianti sportivi cittadini: lo stadio Artemio Franchi e il Mandela Forum. Il primo accoglie le partite casalinghe della squadra di calcio della Fiorentina, mentre il secondo è il palazzetto dedicato per antonomasia a concerti ed eventi.

I prezzi degli immobili a Campo di Marte? Quasi accessibili, se si pensa alla vicinanza con le principali zone attrattive della città: parliamo di 4.205 euro al metro quadro.

Rifredi: il quartiere più esteso di Firenze

Rifredi si trova nella parte nord-occidentale della città e include anche la zona di Careggi. Dal punto di vista urbanistico qui si trovano soprattutto complessi e palazzi a più piani, ma non mancano neppure villette e soluzioni indipendenti. In questo quartiere, inoltre, hanno sede le facoltà universitarie di Medicina, Matematica, Biologia e Ingegneria, oltre che il noto presidio ospedaliero. Per quanto riguarda i trasporti non mancano la stazione ferroviaria e i collegamenti con le principali linee dei bus.

Da molti la zona di Rifredi è considerata il fulcro della città “giovane”, anche se l’antico sobborgo da cui nasce il quartiere è tra i più vecchi della città. Qui i prezzi degli immobili partono da 3.100 euro fino a un massimo di 3.400 euro al metro quadro.

Poggio Imperiale – Bandino: i quartieri di lusso

Quella che va da Piazzale di Poggio Imperiale a Bandino è la zona di Firenze più ricercata. In quest’area il contesto edilizio è caratterizzato dalla presenza di molti spazi verdi, ma anche negozi e centri commerciali. Le palazzine, che di norma non superano i tre piani, sono ben tenute. Mentre la vicinanza al centro e la rete potenziata di servizi di trasporto pubblico rende questo spicchio di città particolarmente appetibile per le famiglie.

Qui la spesa media si aggira intorno 3.538 euro al metro quadro per la zona di Bandino, mentre per Poggio Imperiale i prezzi salgono fino a sfiorare i 4.500 euro (soprattutto in riferimento alle proprietà vicine ai Giardini di Boboli, tra i più visitati della città).

Isolotto, il quartiere delle famiglie

Situato a ovest sul lato sinistro dell’Arno si sviluppa Isolotto, un quartiere relativamente nuovo, costruito negli anni Cinquanta. In questa zona – adatta alle famiglie – puoi contare la presenza di un ampio parco, un teatro, un museo della matematica e un complesso cinematografico. Lontano dai circuiti del turismo di massa, dall’Isolotto è possibile ammirare uno splendido panorama della città dalla collina di Bellosguardo.

E per quanto riguarda i trasporti? Nessun problema. Le numerose infrastrutture moderne – come la nuova tramvia – e le comunicazioni autostradali permettono di muoversi con estrema facilità. Le quotazioni medie per le abitazioni non sono troppo elevate e richiedono una spesa che non supera 3.080 euro al metro quadro.

Bolognese: la calma fuori dal centro

Se ami la tranquillità e l’idea di abitare in collina è da sempre uno dei tuoi sogni, il quartiere Bolognese è perfetto per te. Immerso nel verde, il quartiere è l’ideale per chi ama muoversi in macchina senza avere problemi di parcheggio. Qui sono molte le abitazioni con giardino e sono ottimi i collegamenti con le altre aree della città. Detto altrimenti, il giusto connubio tra natura e comodità.

Punta di diamante del quartiere è il Giardino del Parnaso, un notevole polmone verde da cui si può ammirare l’intera città. In questo caso i prezzi degli immobili partono da 4.000 euro al metro quadro.

 


ANDREA CAMPISANI

Intervista a:

Andrea Teodoro Campisani
Project manager senior di Gruppo Tempocasa
In Tempocasa dal 2003, è attualmente project manager senior del Gruppo.