Librerie per tutti i gusti: idee originali per gli appassionati della lettura

|
Libreria: idee di arredo
Libreria: idee di arredo

Sei stanco di avere perennemente i libri in giro e hai voglia di rinnovare la tua libreria, ma non sai come muoverti?

Bene, sei capitato nel posto giusto. Grazie a una manciata di consigli, siamo pronti a regalarti qualche idea su come organizzare e rinnovare un complemento d’arredo che, a conti fatti, non passa mai di moda.

Lo sappiamo: oltre a essere la “casa” per antonomasia dei tuoi romanzi preferiti, una libreria può ricoprire tante funzioni diverse. Grazie al suo design, infatti, può dividere, unire, creare e perfino cambiare totalmente i connotati di un ambiente qualsiasi. E per qualsiasi intendiamo proprio qualsiasi. Sì, perché una libreria sta bene ovunque: nel più tradizionale dei soggiorni, in camera da letto, nella stanza dei tuoi bimbi e persino in cucina. Insomma, è davvero il pezzo che può dare una svolta al look delle tue mura domestiche.

Senza contare che ce n’è davvero per tutti i gusti: esistono librerie dal tocco classico, altre più moderne; ci sono quelle a parete e quelle a ponte; non mancano quelle che ricalcano la forma di una spirale (da appendere al muro) e quelle a piantana che, una volta riempite, spariscono alla vista sotto pagine e copertine.

Nel corso degli anni, poi, i più famosi designer si sono cimentati nel dare nuova vita a questo complemento d’arredo. Il risultato? Ne sono usciti dei veri pezzi da collezione. Come la PTolomeo firmata da Bruno Rainaldi, il Veliero prodotto da Cassina, la pieghevole Nuvola Rossa (prodotta sempre da Cassina) e ancora Carlton, la libreria disegnata da Ettore Sottsass che richiama l’immagine di un uomo con le braccia sollevate.
Insomma, abbiamo capito: la libreria del cuore non deve seguire regole definite, se non quelle della tua personalissima fantasia.

Organizza i tuoi libri

Una volta scelto il modello, come stipare i libri su mensole e scaffali? Le scuole di pensiero sono due. La prima prevede un’organizzazione più pratica, secondo cui i volumi vanno divisi per autore, oppure per tematica o casa editrice. In questo modo la consultazione è facile e immediata. La seconda è più “estetica” e suggerisce di suddividere i testi in base a colore della copertina e forma. Quest’ultima soluzione darà alla tua “biblioteca” personale un tocco in più, con zone di colori differenti e – al contrario di quello che si crede – risulterà comunque ordinata.

Infine, se sei un lettore con la L maiuscola e in casa tua i libri si moltiplicano a vista d’occhio, scegli di disporli in doppia fila (assicurandoti prima che i ripiani siano resistenti). Certo, la consultazione dei volumi nascosti non sarà facile, ma almeno sarai sicuro di avere a disposizione tutta la tua collezione in un unico posto.